VIRTUAL GAMES

I giochi erano virtuali… ma il coinvolgimento è stato reale!

Virtual Games l’iniziativa organizzata martedì 18 maggio ha creato una bella partecipazione di ragazzi delle scuole del territorio. Il progetto è stato ideato e realizzato dal nostro liceo scientifico ad indirizzo sportivo “Gianelli Campus” di Chiavari, l’unica scuola secondaria di secondo grado paritaria del Tigullio, gestita per desiderio del Vescovo Alberto Tanasini nell’ambito di un progetto educativo diocesano di attenzione alla formazione della persona. “Virtual Games” è stata un’iniziativa dedicata agli studenti delle scuole secondarie di primo grado per promuovere la bellezza dello sport, con i suoi valori come il lavoro di squadra, la determinazione nel raggiungimento di un obiettivo, il benessere e la competizione sana. “Anche se siamo in un tempo difficile, a causa della pandemia- ha detto Daniela Loero, coordinatrice didattica del Gianelli Campus-  abbiamo pensato di lanciare un messaggio di speranza che “lo sport non si ferma”: abbiamo organizzato l’evento online, riadattato gli sport alle aule, proposto quiz e pratiche sportive in modo originale! Il tutto, naturalmente, seguendo le norme legate alla salute e le regole della sicurezza. E’ stata anche un’ottima opportunità di sviluppare la creatività e lo spirito di adattamento di fronte a una realtà come la pandemia che va vissuta, cercando di trarne un insegnamento buono per la propria vita”. “Virtual Games” è stato guidato dai docenti di educazione fisica del Gianelli Campus insieme agli studenti della scuola. In collegamento si sono sfidati nell’iniziativa gli studenti del terzo anno delle scuole paritarie secondarie di primo grado del Tigullio (Gianelli di Rapallo, Santa Marta e Maria Luigia di Chiavari). Al centro soprattutto quattro sport: calcio, basket, tennis e pallavolo. “L’anno scorso eravamo riusciti a organizzare un evento “in presenza”, prima della pandemia coinvolgendo tanti studenti, proponendo diverse discipline e aprendo un confronto con alcuni testimonial- dichiara Chiara Podestà- docente di scienze motorie al “Gianelli Campus””- E’ una possibilità che ci teniamo a riproporre nella prossima edizione del nostro evento! Lo sport per noi offre un metodo per aiutare il giovane a maturare diventando una persona responsabile”.

Servizio di Teleradiopace:



vulputate, non ante. lectus nec ut eget Praesent